Lo sbarco di Salvini

La Lega Nord sbarca nel Sud Italia. Venerdì mattina Matteo Salvini ha presentato in conferenza stampa il nuovo simbolo con cui correrà al Sud nelle prossime elezioni.

“Noi con Salvini” è stata alla fine la scelta dei consulenti che affiancano il leader del Carroccio. Una scelta legata ai sondaggi che hanno rivelato che il brand “Salvini” è attualmente più forte del simbolo della “Lega Nord” e che nel Sud l’esportazione della Lega Nord (o della “Lega dei Popoli” che richiamava il Carroccio) era un’operazione difficile e complessa. Pochi giorni fa una rilevazione Ixè per Agorà aveva indicato uno spazio elettorale con una forbice del 14% per la nuova organizzazione (con l’aggiunta di un 27% di indecisi), tuttavia sono ampie le resistenze di chi non si sente attratto (il 59%) e non ha dimenticato il carattere anti-meridonalista della Lega Nord e dei suoi esponenti.

Il simbolo con sfondo blu scuro richiama i colori della destra italiana e potrà essere declinato localmente richiamando nomi di città e regioni come ad esempio “Campania con Salvini” o “Napoli con Salvini”. Operazione incentrata tutta su una forte personalizzazione che potrebbe riscontrare dei limiti.

L’attuale progetto non è nient’altro che un cartello elettorale per lanciare Salvini come unico e possibile leader anti-renziano del centro-destra con la ricerca di assorbire in primis tutta un’area di elettorato legata alla vecchia “Alleanza Nazionale” utilizzando non più la secessione come slogan, bensì l’uscita dall’euro e una propaganda etno-nazionalista.

Un’operazione che mette attualmente in cantina il lancio di un soggetto politico di destra nazionale di stampo lepenista. Alla base probabilmente vi è da parte degli esperti quello di sondare il terreno in attesa di lanciare in futuro un’organizzazione che possa effettivamente radicarsi nel Sud Italia.

Il progetto potrebbe incepparsi ben presto: se da una parte vi è il rischio di indebolire l’identità storica leghista senza in alternativa costruirne una altrettanto solida, dall’altra parte la costruzione di un cartello elettorale incentrato sul brand “Salvini” rischia di essere visto scetticamente dall’elettorato vedendo in essa un’operazione plastificata, strumentale e di corto respiro.

Salvini, per quanto nei sondaggi venga indicato in crescita di consenso e di fiducia da parte anche dell’elettorato del Sud, dovrà affrontare la sfida di essere stato un esponente della Lega Nord e anti-meridonialista. Una curva di consensi che potrebbe aver raggiunto già il suo apice nel Sud e che potrebbe saturarsi e stagnarsi.

Inoltre, la Lega Nord ha governato a lungo insieme al centro-destra e ha fatto del nordismo la sua chiave di lettura. Quanto risulterà credibile Salvini per l’elettorato del Sud Italia?

Sondaggio sulla "Lega del Sud"

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: